AIKIDO

AikiLife

L'Aikido e' una moderna arte marziale giapponese fondata dal grande maestro MORIHEI UESHIBA negli anni trenta.
Conservando ed utilizzando nella sua pratica tutto il bagaglio tecnico di un'arte marziale, non e' tuttavia finalizzato al combattimento e quindi ad un risultato di tipo militare o di difesa personale, come potrebbe apparentemente sembrare osservando la sua pratica dall'esterno sul piano tecnico, ma piuttosto le tecniche di Aikido sono viste come codici attraverso i quali possiamo impadronirci dei principi che regolano le forze della natura.

Il fondatore (Morihei Ueshiba) intendeva l'aikido molto più di un sistema di tecniche di autodifesa. La sua intenzione era quella di fondere la sua arte marziale con una serie di ideali etici e sociali.
Ueshiba sperava che con l'allenamento dell'aikido le persone si sarebbero perfezionate spiritualmente e fisicamente.
L’obiettivo dell'aikido è di instillare nei loro praticanti calma mentale specialmente in una situazione difficile, rafforzare la spontaneità di azione e risposta adeguata.
Il fatto che l'allenamento dell'aikido sia sempre cooperativo fornisce un metodo per aspirare alla trasformazione personale. La formazione cooperativa facilita l'abbandono di una mentalità competitiva che rafforza la percezione delle dicotomie sé-altro. La formazione cooperativa infonde anche una considerazione per la sicurezza e il benessere del proprio partner.
Questo atteggiamento di preoccupazione per gli altri deve quindi essere esteso ad altre situazioni rispetto alla pratica dell'aikido. In altre parole, la struttura cooperativa per la pratica dell'aikido dovrebbe tradursi direttamente in una struttura per un comportamento etico nella vita quotidiana di una persona.
La competenza tecnica è un obiettivo più facile da raggiungere rispetto a quello del miglioramento personale. Sebbene entrambi questi obiettivi possano richiedere un impegno a vita, è considerevolmente più facile fare il tipo di sacrifici e sforzi richiesti per la competenza tecnica piuttosto che compiere i sacrifici e gli sforzi necessari per una sostanziale trasformazione e miglioramento personale.

Il concetto di ki è uno dei più difficili associati alla filosofia e alla pratica dell'aikido. Poiché la parola "aikido" significa qualcosa come "la via dell'armonia con il ki", non sorprende che molti aikidoka siano interessati a capire esattamente cosa dovrebbe essere il ki. Etimologicamente, la parola "ki" deriva dal cinese "chi". Nella filosofia cinese, il "chi" era un concetto invocato per differenziare la vita dalle cose non viventi. Ma man mano che la filosofia cinese si sviluppava, il concetto di "chi" assunse una gamma più ampia di significati e interpretazioni.
Non tutti gli aikidoka credono che il ki sia una specie di "roba" o "energia". Per alcuni aikidoka, il ki è un concetto espediente - un concetto generale che copre intenzioni, quantità di moto, volontà e attenzione. Se si rinuncia alla visione secondo cui il ki è una sostanza che può essere letteralmente estesa, estendere il ki è adottare un portamento fisicamente e psicologicamente positivo. Questo massimizza l'efficienza e l'adattabilità del proprio movimento, dando come risultato una tecnica più forte e una sensazione di affermazione sia di se stessi che del proprio partner.
Indipendentemente dal fatto che si scelga di prendere una posizione realista o antirealista rispetto all'esistenza oggettiva del ki, non c'è dubbio che l'aikido contenga più della mera manipolazione fisica del corpo di un'altra persona. L'Aikido richiede una sensibilità a variabili così diverse come il tempismo, la quantità di moto, l'equilibrio, la velocità e la potenza di un attacco, e specialmente allo stato psicologico del partner.

Il corso

Il nostro corso di Aikido e' orientato verso la morbidezza e sopratutto la connessione
(ki musubi).
Si studia la non resistenza, in un lavoro di cooperazione.


LE TECNICHE DELL'AIKIDO CAMBIANO CONTINUAMENTE;
OGNI INCONTRO E' UNICO, E LA CORRETTA REAZIONE DEVE EMERGERE SPONTANEAMENTE.
LE TECNICHE DI OGGI SARANNO DIVERSE DOMANI.
NON LASCIATEVI COINVOLGERE DALLA FORMA E DALL'APPARENZA.
IL VOSTRO OBIETTIVO FINALE DEVE ESSERE QUELLO DI DIMENTICARE LA TECNICA.
(MORIHEI UESHIBA)

responsabile

Targa Demetrio
demetrio.targa@gmail.com
3396258254

Orario

VEN dalle:19:30 alle:21:30 sala:1












altre info